Featured

Mario Corso era un artista, non un atleta. E stavolta niente San Siro: ha mirato più in alto - Il Fatto Quotidiano

Mariolino Corso se ne è andato come quando giocava, così, con una finta, uno scatto, il piede sinistro incollato al pallone, pronto a sfidare il terzino destro – lui, numero 11 della Grande Inter che negli anni Sessanta vinse tutto – e poi, con una magia, capace di imprimere strani diabolici effetti alla sfera di […]


from Sport & Miliardi - Il Fatto Quotidiano
Read The Rest:ilfattoquotidiano...

Post a comment

0 Comments